PRIMA VOLTA SUL BLOG DI SMALTIMENTO ASSISTITO? LEGGI QUI!

Ciao sono Luca Moretta.

Ho scelto di aprire questo blog per continuare ad inseguire il mio sogno.

Sono uno smaltitore di rifiuti, ma la mia storia la trovi nella pagina del blog “Luca Moretta”.

In questa pagina ci tenevo a farti capire subito se per te è importante o meno leggere quello che scrivo, perché se la cosa non ti riguarda eviti di sprecare il tuo tempo, ma se invece fa al caso tuo, mi dedicherai molto più volentieri la tua attenzione perché questo ti potrà migliorare la vita.

Io sono convinto che il mondo dei rifiuti aziendali sia caratterizzato da un difetto di fondo che penalizza tutti i produttori di rifiuti.

LA SUA NORMATIVA È COSI COMPLICATA E IN CONTINUA EVOLUZIONE DA RISULTARE “NOIOSA E IMPOSSIBILE” ALLE PERSONE CHE SONO CHIAMATE A RISPETTARLA,

pertanto

QUESTI SOGGETTI NON SI SENTONO IN GRADO DI AFFRONTARLA E INCARICANO ALTRE PERSONE DI SVOLGERE QUANTO COMPETEREBBE A LORO

PERÒ C’È UN PROBLEMA…

…QUESTO ATTEGGIAMENTO È TROPPO RISCHIOSO.

Continua a Leggere >

PEZZAME PER PULIRE È meglio il noleggio o l’acquisto?

Caro lettore questo articolo tratta di un argomento del quale ho tantissime informazioni da valutare insieme a te.

Non potevo essere più breve di così altrimenti avrei rischiato di farne una trattazione incompleta e sarebbe stato un vero peccato perché questo argomento che può apparire marginale per un’azienda ha risvolti MOLTO IMPORTANTI.

Inizia questa lettura solo quando hai un po’ di tempo.

Nella tua azienda fai uso di pezzame per assorbire eventuali sversamenti o per pulire?

Molto probabilmente si! Sono veramente poche le tipologie di produzioni che possono credibilmente sostenere di non utilizzare materiale assorbente.

Proprio per questa esigenza diffusa, esiste da parecchi anni il servizio di noleggio del pezzame.

Ovvero esistono aziende che sulla base di un contratto, con una periodicità prestabilita, consegnano quantità prefissate di pezze pulite e ritirano quelle sporche senza bisogno di formulari.

Tu hai già valutato per la tua azienda se è meglio noleggiare o acquistare?

Facciamo finta che io e te dobbiamo valutare cosa sia meglio fra acquisto e noleggio.

Per farlo iniziamo contattando un’azienda di noleggio che viene ad illustrarci il suo servizio.

Quando arriva da te inizia ad esporre gli aspetti vantaggiosi* del suo servizio:

• Noi ti forniamo pezze bianche tutte uguali e bordate che non sfilacciano;

Continua a Leggere >

DA PACCO… A PACCHETTO

Fatti contagiare anche tu dallo slogan
Che segnerà il 2019 del mondo rifiuti aziendali

 

Quest’anno e in particolare da ottobre io e il mio staff abbiamo dovuto confrontarci con nuove difficoltà.

 

Richieste burocratiche aggiuntive
Richieste operative più sicure
Entrambe avanzate da parte dei nostri qualificati destini.

 

Questo grava sui tempi di gestione delle pratiche, ma la complicazione non è compilare qualche carta in più o pretendere determinati accorgimenti, dato che il nostro punto di forza è proprio quello di assistere il produttore di rifiuti, ma piuttosto quello di far capire ai nostri clienti perché devono compilare queste carte aggiuntive e perché devono curare di più l’imballaggio.

 

Queste novità mi infastidiscono?

Continua a Leggere >

IL LIBRO DI LUCA MORETTA

Il 19 novembre ho presentato il mio primo libro. In base ai riscontri che ho raccolto l’evento è piaciuto molto. Visto che qualcuno era dispiaciuto di non avervi potuto partecipare ho deciso di confezionare con le riprese realizzate, alcuni VIDEO DELLA SERATA che riassumono quanto accaduto. Se vuoi vedere i video inizia guardando questo …

Continua a Leggere >

RACCOLTA RIFIUTI, L’ITALIA SOMMERSA VERSO LA PARALISI TOTALE

INDAGINE FATTA DAL SOLE 24 ORE

Il sistema italiano di raccolta dei rifiuti, di raccolta differenziata e riciclo di materiali ricuperabili, di smaltimento sta andando alla paralisi perché alcune città come Roma paralizzano il sistema, perché le quantità riciclabili raccolte nel resto d’Italia sono sempre più alte, ma non cresce il minuscolo mercato dei prodotti riciclati; si potrebbe ricorrere a impianti alternativi di smaltimento come gli inceneritori ma — per le contestazioni nimby e per l’appoggio che i comitati del no trovano in chi fa leggi e norme — non solamente è bloccata la costruzione di qualsiasi impianto ma addirittura sindaci, magistrati e assessori fanno chiudere quelli che ci sono.
Conseguenza: gli impianti di trattamento sono strapieni, i prezzi di trattamento e smaltimento diventano superbi, i rifiuti e i materiali riciclabili non trovano destinazione, sono più facili e pericolosi gli incendi involontari, si dà spazio alla malavita degli smaltimenti abusivi, degli incendi nei capannoni e delle esportazioni clandestine di spazzatura.

Continua a Leggere >

PULIZIE ESTIVE: VUOI RISPARMIARE TEMPO E DENARO?

 

Capire i problemi degli imprenditori bresciani e trovare soluzioni per semplificargli la vita è la cosa che mi dà più soddisfazioni!

Questa mia premura, che quotidianamente mi consente di aiutare i miei clienti, mi ha portato anche a pensare e proporre un servizio vantaggioso del quale sarei in difficoltà a darti tutti i dettagli.

Ho preferito fartelo raccontare dai miei clienti.

Di cosa stiamo parlando?

Avete macchinari sporchi o impianti di aspirazioni incrostati?

E’ una vita che non li lavate o fate le pulizie utilizzando i vostri operatori durante l’orario lavorativo con un conseguente FERMO PRODUTTIVO?

IO HO LA SOLUZIONE GIUSTA PER TE

Non voglio dilungarmi troppo. Lascio la parola alle testimonianze di chi ha vissuto questa esperienza perché si sono fidati di me e del mio servizio.

Continua a Leggere >

ANALISI O CARTA STRACCIA?

 

 

Ieri ho cercato di spiegarti in parole semplici quali potrebbero essere i rifiuti per i quali rivalutare le caratteristiche di pericolo

MA C’È UN PROBLEMA!

Ieri non ti ho detto che continuare a spendere soldi per le analisi eseguite con le prassi “tradizionali” potrebbe equivalere a buttare via i soldi.

Non basta avere in mano qualche foglio di un laboratorio per pararsi il culo!!

Cosa certifica che quell’analisi rappresenta il tuo scarto? Sei sicuro che i tuoi soldi per le analisi siano ben spesi?

Se fino ad oggi il tuo approccio è stato: “Questo è il campione, fammi l’analisi”, devi cambiare mentalità ed applicare alcuni accorgimenti fondamentali che ora ti spiegherò!

Una volta letti, capirai subito che in effetti quello che ti voglio spiegare ha fondamenta solide nella logica e per la tutela della normativa e della azienda.

Continua a Leggere >

NOVITÀ RELATIVE AI RIFIUTI AZIENDALI ANNO 2018. COME AFFRONTARLE?

Piove sul bagnato. Il 2018 sarà nuovamente un anno con novità importanti per il settore dei rifiuti industriali.

La normativa di riferimento è una delle più complicate con cui un gestore di azienda si deve confrontare. A dire il vero non è la più complicata in assoluto perché anche le altre normative non scherzano, come quella fiscale o quella sulla sicurezza del lavoro, ma di sicuro è la più critica. Infatti se per le altre 2 gli imprenditori non esitano ad affidarsi ad un esperto esterno (commercialista e consulente sicurezza) per la normativa rifiuti ancora troppi si affidano al fai da te e questo espone le loro aziende a rischi ingiustificati.

Normalmente quando si affronta il tema “NOVITÀ” si iniziano a snocciolare una serie di numeri che confrontano tecnicamente il prima e il dopo, ma troppo spesso queste informazioni hanno un taglio tecnico che non consentono di raggiungere le vere finalità di un articolo informativo: far capire in cosa consiste indicativamente e quali azioni che bisogna mettere in atto per adeguarsi alle novità.

Per tale motivo ho scelto di evitare grandi quantità di numeri, valori e sigle, limitandomi a descrivere in termini, credo molto comprensibili, cosa comportano le novità.

Vedo circolare comunicazioni degli addetti al lavoro che sembrano poco chiare e confusionarie. Ciò potrebbe farti sentire a disagio non capendo i contenuti della comunicazione, pertanto ti potresti sentire legittimato a non far nulla oppure a chiedere informazioni ai tuoi smaltitori, vedendoli come una sorta di consulente, che però in realtà non tutela i tuoi interessi.

Veniamo al dunque.

CONCEDIMI ALMENO 2 RIFERIMENTI NORMATIVI PER CONTESTUALIZZARE L’ARTICOLO:

Continua a Leggere >

PREMIARE O CONDANNARE? COSA FARE COI PENTITI?

 

Se mi hai letto ieri, sai bene che mi sto riferendo a coloro che decidono di redimersi nella gestione dei rifiuti e iniziano ad organizzarsi per rispettare la normativa.

Come vuoi chiamarli? Pentiti, redenti, rinsaviti?

Gente che magari lavora da anni e non ha nemmeno un documento relativo allo smaltimento dei rifiuti e nonostante questo gli è sempre andata bene.

PERÒ UN GIORNO …

si decide e sceglie di iniziare a smaltire e magari chiama proprio te!!!

Cosa faresti tu al mio posto?

Ti chiederesti perché hanno preso questa decisione e in funzione della risposta decideresti se seguirli o meno?

Li accetteresti in ogni caso perché sono clienti e portano soldi?

Continua a Leggere >

TI PIACCIONO LE NOTIZIE DI CRONACA MARRONE?

Stai leggendo i giornali? Te ne sei accorto?

I fatti di cronaca MARRONE, sono sempre di più!

Qual è la cronaca marrone? A parte l’associazione mentale spontanea, tecnicamente per me è quella in cui ti narrano di eventi che hanno recato danno all’ambiente.

Se ti rechi sul sito del Giornale di Brescia online e inserisci nel motore di ricerca la parola “rifiuto” ti escono i dati dell’archivio suddivisi per anno con il numero di articoli pubblicati. Basta un’ occhiata veloce per capire che la tematica è sempre più al centro dell’attenzione pubblica.

Solo alcuni esempi per rendere l’idea:

Nel 2009, 38 articoli

Nel 2013, 144 articoli

Nei primi 9 mesi del 2017, più di 250 articoli!

Una crescita esponenziale.

Se poi entriamo nel dettaglio di questi articoli ci accorgiamo che non si tratta di pubblicazioni per formare la coscienza dell’uomo sull’importanza di una corretta gestione dei rifiuti, ma bensì narrazione di cronaca marrone.

Questa, come tutte le notizie negative, richiama molta più attenzione e fa vendere molto di più rispetto ad una comunicazione formativa, ma qual è l’aspetto positivo di questa cronaca?

Se non la rielaboriamo, assolutamente nessuno. Anzi, si rischia seriamente di aggravare la situazione. Infatti la rielaborazione inconscia di questa crescente cronaca marrone secondo me lavora in questo modo nella testa dei cittadini:

1- Pessimismo e rassegnazione … viviamo in un mondo dove la gente si comporta sempre peggio

2- Gli avvenimenti di questo genere sono sempre di più perché tanto i responsabili se la cavano sempre con poco niente … come teme il mio amico Omar, responsabile di un’officina meccanica.

In realtà i segnali sono molto positivi e insieme dobbiamo essere convinti che si possa fare qualcosa per migliorare il comportamento dei gestori di rifiuti aziendali affinché l’ambiente venga sempre meno danneggiato.

Continua a Leggere >

TU HAI PAURA DEL BUIO?

 

Forse dovresti averne!! Sottoscrivere e firmare un formulario senza essere in grado di controllarne la compilazione è come fare un SALTO NEL BUIO.

Settimana scorsa ti ho spiegato alcune cose su questo documento, ma oggi voglio entrare nello specifico di alcune attenzioni che tu e i tuoi collaboratori dovreste avere nella gestione della compilazione del formulario.

Voglio condividere con te l’esperienza che ho maturato sul campo lavorando coi miei clienti.

Più passa il tempo e più mi convinco. Gli imprenditori che rischiano di più prendendo alla leggera questa normativa sono quelli a cui frulla nella testa questa convinzione:

“Tanto a me non succederà mai nulla”.

MA C’E’ UN PROBLEMA

Questa convinzione non ha fondamenta.

La verità scomoda è la seguente…

Continua a Leggere >