Come mai È così Importante il Check-Up

NON HAI MAI PENSATO CHE QUELLA DAVANTI AI TUOI OCCHI POTREBBE ESSERE UNA CALMA APPARENTE?

Ormai è qualche mese che scrivo per far capire agli imprenditori l’importanza di fare il nostro check-up, ma alcune volte ho la sensazione di non riuscire a trasmettere la vera funzione di questo strumento.

Io lo chiamo CHECK-UP perché è il termine che riassume meglio l’attività che proponiamo, però non rende l’idea di quanto sia FONDAMENTALE e VITALE per te eseguire questa attività nella tua azienda per:

Prendere le decisioni giuste;

Evitare di buttare i tuoi soldi;

Correre rischi inutili;

Costruire un futuro migliore per te e la tua azienda.

Qualche giorno fa, proprio mentre ero alla mia scrivania, ho avuto un’idea che mi sembra buona per far capire meglio il senso del mio CHECK-UP.

Credo di aver trovato il modo per farti capire bene senza equivoci quanto sia INDISPENSABILE eseguire nella tua attività il CHECK-UP.

 

Devi dedicarmi ancora qualche minuto del tuo tempo, ma stai sicuro che poi ne sarai felice.

Nel secondo dopoguerra, quando i nostri nonni e i nostri genitori hanno deciso di mettere in piedi la loro attività per dare un futuro migliore alle loro famiglie, non avevano tante normative tra i piedi.

A loro sono bastate le idee, un po’ di spazio e qualche soldo.

Oggi se prendi solo questi 3 elementi e alzi la saracinesca, tempo 2 mesi sono venuti a metterti i sigilli e ti trovi con una, o più denunce sul tavolo.

 

ORMAI LO SANNO TUTTI:
PRIMA DELLE IDEE E DEGLI SPAZI,
SERVE CONOSCERE BENE LA BUROCRAZIA.

 

Abbandoniamo, momentaneamente, la nostalgia dei tempi in cui l’imprenditore si doveva preoccupare solo di produrre e mettiamo i piedi per terra.

Facciamo finta che tu sia pronto ad aprire una nuova attività. Come ti muoveresti?

Prima il notaio per fare la società.

Poi il commercialista per la contabilità e il bilancio.

Poi il consulente per la sicurezza sul lavoro.

Poi???

In troppi si fermano qui. Tu, mi raccomando, NON FARLO!!

 

E’ inutile far finta di nulla oggi come oggi, la normativa dei rifiuti ha la stessa importanza della normativa sulla sicurezza.

 

Purtroppo non tutti hanno questa percezione. Lo sai perché?

I motivi sono semplici: la normativa sicurezza è stata introdotta prima e per molti anni è stata rigorosamente controllata e pesantemente sanzionata perché gli infortuni sul lavoro erano troppi. La cronaca che continuava a metterci davanti agli occhi infortuni su infortuni e così ha costretto gli enti di controllo ad attivarsi per porre rimedio a questa piaga.

 

HAI PROVATO A RIFLETTERE SU COSA CI ASPETTA NEI PROSSIMI ANNI?

 

Gli infortuni calano, le cronache ne parlano sempre meno! Cosa piace adesso ai mass-media? L’ambiente e i rifiuti. I cittadini sono sempre più preoccupati delle condizioni in cui versa l’ambiente dove vivono e sui giornali non passa giorno senza che qualcuno scriva e racconti di come i rifiuti aziendali, gestiti male, siano la causa di disastri ambientali.

 

IN CHE MODO QUESTO PUÒ RIGUARDARE LA TUA ATTIVITÀ?

 

Io sono seriamente convinto che presto, come è avvenuto per la sicurezza sul lavoro, anche la normativa sulla corretta gestione dei rifiuti sarà oggetto di controlli più frequenti.

 

VUOI FARTI TROVARE IMPREPARATO?

 

Di fronte ad una prospettiva del genere tu che sei saggio cosa dovresti decidere di fare?

La normativa sui rifiuti è una normativa reale e vigente!

Secondo me DEVI CAPIRE se hai veramente preso in considerazione tutti gli aspetti della normativa e se puoi stare veramente tranquillo.

Proprio a proposito del CAPIRE e del VALUTARE,

 

SI MANIFESTA L’INCREDIBILE CARENZA STRUTTURALE DELLA NORMA CHE SEMBRA NATA PER METTERE IN DIFFICOLTÀ GLI IMPRENDITORI

 

Approfondisco questo concetto.

Andiamo al nocciolo della questione e insieme capiamo come ribaltare lo svantaggio in un grande vantaggio per la tua azienda.

Volente o nolente avrai dovuto confrontarti con la normativa della sicurezza sul lavoro.

Hai presente com’è la sua struttura?

Ci sono delle prescrizioni (accorgimenti da mettere in atto) e se non le rispetti ci sono le sanzioni.

Sei d’accordo?

Credo ci sia ben poco da discutere.

 

Però la SICUREZZA
ha una FONDAMENTALE ATTIVITA’
CHE LA NORMA PREVEDE PER NON LASCIARE L’IMPRENDITORE IN BALIA DELLA SORTE!

 

La normativa sulla sicurezza ti obbliga a fare una VALUTAZIONE PREVISIONALE della tua azienda per programmare un piano di miglioramento e quindi tenere sotto controllo la situazione.

Sto parlando del D.V.R. DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI

Tu ce l’hai vero un DVR della tua attività?

Con questo hai fatto una valutazione preventiva dei rischi relativi alla sicurezza sul lavoro della tua azienda e con questo strumento hai potuto decidere in modo lucido e consapevole quali spese era opportuno sostenere per escludere quanto più possibile la possibilità di essere sanzionato.

Adesso hai capito dove voglio arrivare? Hai fatto la stessa cosa per la normativa sulla gestione dei rifiuti?

Rispondo io per te: NO!

Come faccio a saperlo? Semplice, la normativa dei rifiuti non obbliga nessuna valutazione preventiva.

Allora perché dovresti farla? Perché le prescrizioni comunque esistono e se non le valuti, rischi inconsapevolmente sanzioni amministrative e penali.

Riassumo in 2 prospetti questi concetti. Schematizzare aiuta a capire.

Qual è la principale differenza strutturale fra le 2 normative?

Quella per la sicurezza sul lavoro impone uno strumento che aiuta l’imprenditore a capire la sua situazione rispetto agli obblighi di legge.

 

QUESTO PARALLELISMO
TI DEVE APRIRE GLI OCCHI.

 

Perché, tu che sei un imprenditore accorto e che non ami mettere a rischio i tuoi sforzi e magari anche i sacrifici di qualche generazione precedente, non corri ai rimedi e ti tuteli anche rispetto alla normativa dei rifiuti?

Perché a causa di un difetto legislativo devi essere tu a rimetterci?

Perché tu non puoi essere messo nella condizione anche per i rifiuti, come per la sicurezza, di avere la consapevolezza e le informazioni necessarie per prendere le decisioni migliori per la tua azienda?

LA NORMA È DIFETTOSA?
BENE!! PER UNA VOLTA PRENDI IL DIFETTO E USALO A TUO VANTAGGIO.

 

Secondo te di fronte ad un ente di controllo, che prima o poi ti verrà a trovare, che figura faresti presentando un “DVR dei rifiuti”?

Potrebbe mai contestarti il contenuto?

O piuttosto raccoglieresti il suo favore per aver messo in campo uno strumento che nemmeno la normativa ha previsto?

Ti ho reso l’idea?

Di fronte alla normativa rifiuti che ha moltissime prescrizioni e pesantissime sanzioni, perché non valutare il tuo attuale stato di rispetto?

A questo punto possiamo guardarci in faccia per dirci chiaramente come stanno le cose. Io sono ben consapevole che non tutti hanno bisogno del check-up di Luca Moretta. Voglio aiutarti a capire con due elenchi molto semplici..

 

Il check-up NON fa per te se hai tutte le seguenti convinzioni:

 

  • Sei convinto di poter trasgredire la legge senza subirne le conseguenze;
  • Sei convinto che i tuoi collaboratori prendono le stesse decisioni che prenderesti tu al loro posto;
  • Sei convinto che i tuoi collaboratori conoscano molto bene la normativa;
  • Sei convinto che il tuo consulente faccia di tutto per tutelare te e la tua azienda;
  • Sei convinto di fare il massimo per l’ambiente che ci circonda;
  • Sei convinto che quanto messo in atto da te sia tutto ciò che richiede la normativa;
  • Sei convinto che i tuoi soldi siano spesi nel modo migliore possibile;
  • Sei convinto che mai nessun ente di controllo verrà a visitare la tua azienda;
  • Sei convinto che non sia importante capire perché ti fanno fare certe cose;
  • Sei convinto di non dover cambiare nulla della tua gestione;
  • Sei convinto che il parere di un riconosciuto esperto in gestione rifiuti sia inutile.

 

TI MERITI  il check-up se hai anche uno solo di questi desideri:

 

  • Vorresti evitare di trasgredire la legge;
  • Vorresti capire se i tuoi collaboratori prendono le stesse decisioni che prenderesti tu al loro posto;
  • Vorresti aiutare i tuoi collaboratori affinché conoscano bene la normativa che devono applicare;
  • Vorresti avere un consulente che faccia di tutto per tutelare te e la tua azienda;
  • Vorresti attuare scelte che rispettino il più possibile l’ambiente che circonda noi e le future generazioni;
  • Vorresti sapere se quanto metti in atto rispetti tutto quanto richiede la normativa;
  • Vorresti evitare di spendere inutilmente o male i tuoi soldi;
  • Vorresti essere pronto per quando un ente di controllo verrà a controllare la tua azienda;
  • Vorresti capire le motivazioni per le quali ti fanno mettere in atto determinate scelte;
  • Vorresti mettere in atto tutti gli accorgimenti necessari per migliorare la tua gestione;
  • Vorresti avere il parere di un riconosciuto esperto in gestione rifiuti per arricchirti con le sue valutazioni.

 

 

Adesso che hai capito da che parte sei, ti consiglio di non perdere altro tempo. Non ti voglio raccontare che fra un giorno, una settimana, un mese non potrai più avere il mio check-up. Questo strumento mi sta dando un sacco di soddisfazioni e intendo mantenerlo nel tempo. Però l’agenza si infittisce sempre di più e ad oggi la lista di attesa per un check-up è quasi di 2 mesi.

 

PIù TU ATTENDI

Più DOVRAI ATTENDERE

NON RIMANDARE A DOMANI QUELLO CHE PUOI FARE OGGI

 

Con questo strumento avrai una fotografia chiara di quanto la tua azienda sia veramente al riparo da sanzioni inaspettate e sgradite.

Considerando che sei un tipo sveglio dovrei averti già convinto, ma siccome conosco bene lo scetticismo, ho deciso di toglierti tutti i dubbi e di ribaltare il rischio imprenditoriale.

Normalmente quando si affida un nuovo incarico per un lavoro a una realtà che non si conosce, l’acquirente corre il rischio di spendere male i suoi soldi.

Io, per toglierti anche l’ultima diffidenza, ti do la mia garanzia personale: mi paghi solo se ti piace il lavoro che ho fatto per te.

L’ho pensata così, perché questa ti tutela anche di più della classica “soddisfatto o rimborsato”, in quanto i soldi non li tiri fuori finchè non sei certo di averli investiti bene!!!

Sono sicuro tu sia un tipo sveglio, ma con tutte le cose che sto dicendo voglio esserti d’aiuto e ricordarti i semplicissimi passaggi che ti separano da un futuro migliore:

  • Inserisci i tuoi dati;
  • Valuto la posizione attuale della tua azienda;
  • Ricevi il mio esito positivo o negativo;
  • Valutiamo il nostro incontro;
  • Eseguiamo il check-up;
  • Ti consegniamo la relazione sulla tua gestione rifiuti;
  • Ti do la mia parola d’onore, mi pagherai solo se il check-up ti è piaciuto

 

COSA NE DICI?

TUTTO QUA!

Bastano questi semplicissimi step

SENZA RISCHI

per trasformarti

da LEGALE RAPPRESENTANTE INCONSAPEVOLE

che rischia

a LEGALE RAPPRESENTANTE ACCORTO

che conosce e direziona consapevolmente le proprie scelte

in ambito rifiuti.

 

Direi che non hai nulla da perdere.

Allora cosa aspetti?

Ti ricordi la nostalgia che abbiamo accantonato.

Quella dei tempi in cui l’imprenditore poteva dedicarsi alla sua passione produttiva?

E’ giunto il momento per te di migliorare il tuo quotidiano.

Liberati una volta per tutte dalla paura di aver trascurato qualche adempimento normativo relativo alla gestione dei rifiuti aziendali.

Entra nell’elité degli imprenditori accorti e consapevoli. Una volta individuato il consulente verificatore giusto e l’attività giusta, la gestione dei rifiuti non sarà più una tua preoccupazione.

 

Per Ricevere Maggiori Informazioni Contattami al Numero Verde:

800 588 616

OPPURE

Compila il form e ti ricontatteremo per valutare insieme le tue esigenze.
















  • Leggi la nostra Privacy Policy

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.