Compila il form con i tuoi dati per richiedere l’abbonamento GRATUITO alla rivista:

LO SMALTIMENTO

  • Leggi la nostra Privacy Policy

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

 

ECCO PERCHÈ È NATO IL PERIODICO “LO SMALTIMENTO”




Ciao sono Luca Moretta.
Sono uno smaltitore di rifiuti, ma la mia storia la trovi in seguito. In questa pagina ci tenevo a farti capire subito se per te è importante o meno leggere quello che scrivo, perché se la cosa non ti riguarda eviti di sprecare il tuo tempo, ma se invece fa al caso tuo, mi dedicherai molto più volentieri la tua attenzione perché questo ti potrà migliorare la vita.

Io sono convinto che il mondo dei rifiuti aziendali sia caratterizzato da un difetto di fondo che penalizza tutti i produttori di rifiuti.

LA SUA NORMATIVA È COSI COMPLICATA E IN CONTINUA EVOLUZIONE DA RISULTARE “NOIOSA E IMPOSSIBILE” ALLE PERSONE CHE SONO CHIAMATE A RISPETTARLA,

pertanto

QUESTI SOGGETTI NON SI SENTONO IN GRADO DI AFFRONTARLA E INCARICANO ALTRE PERSONE DI SVOLGERE QUANTO COMPETEREBBE A LORO.



PERÒ C’È UN PROBLEMA…
…QUESTO ATTEGGIAMENTO È TROPPO RISCHIOSO.

Capisco bene perché lo fanno e non voglio dire che non dovrebbero delegare, anzi BISOGNA DELEGARE, ma bisogna farlo con l’accorgimento di saperli controllare!!

Il vero problema è che PER LA NORMATIVA TU SEI IL SOLO ED UNICO RESPONSABILE dei rifiuti della tua azienda, non c’è delega o incarico che tenga!!

Quindi le troppe persone che si dichiarano competenti in rifiuti aziendali, ma di fatto non lo sono, non hanno la minima responsabilità normativa e peggio ancora, l’ultimo dei loro
obiettivi è tutelare te e la tua azienda. Posso affermare questo con estrema serenità perché tutti i giorni quando entro nelle aziende trovo gestioni errate più o meno gravi che se valutate nell’interesse del produttore potrebbero essere sistemate senza costi aggiuntivi.

COSA C’È ALLA BASE DI QUESTI ERRORI?

L’origine è sempre riconducibile alla persona a cui si sono affidati. A volte la causa è la mancanza di professionalità, ma la cosa più fastidiosa è che il 90% delle volte c’è malafede, ovvero per agevolare loro stessi o il loro destino penalizzano il produttore del rifiuto

QUALI SONO LE CONSEGUENZE?

Spesso sono situazioni molto gravi sanzionabili amministrativamente e penalmente

PERCHÉ LO FANNO?

Perché ne approfittano di quanto ti dicevo sopra. Sanno che la normativa è molto complicata e allora il produttore non è aggiornato e competente, se poi aggiungiamo che per tutto quello che gli fanno fare, LORO NON SONO RESPONSABILI DI NULLA!!… capite bene perché lo fanno!!

COSA POTREBBE FARE IL PRODUTTORE DI RIFIUTI PER SCONGIURARE QUESTE SITUAZIONI?

O individua un VERO SPECIALISTA DI SMALTIMENTO ASSISTITO che si preoccupa di tutelarli, o deve essere in grado di controllare l’operato delle persone che incarica. In questo secondo caso bisogna dominare gli aspetti fondamentali della materia “gestione rifiuti” che però ho riconosciuto essere complicata e in continuo aggiornamento … ed è proprio qui che entra in gioco questa rivista! Se tu sei un produttore di rifiuti e stai realizzando che affidare la tua gestione ad una persona (consulente, smaltitore, dipendente, ECC…) senza essere in grado di controllare il suo operato è troppo rischioso e ti toglie la tranquillità, ti consiglio di leggere quanto scrivo nei miei articoli perché voglio renderti il mondo dei rifiuti più facile. Ho preso gli adempimenti più complicati e ho cercato di semplificarli il più possibile e ho affrontato molte dicerie che spesso sono state inventate dai sedicenti “professionisti” per spillarti più soldi, come ad esempio la balla per eccellenza: “dovete rifare le analisi perché sono scadute”.

Ho deciso di aprirti il mio mondo per aiutarti e per inseguire il mio sogno, quello in cui TUTTI I PRODUTTORI DI RIFIUTI SARANNO IN GRADO DI SCEGLIERE CORRETTAMENTE IL PROPRIO PARTNER DEI RIFIUTI IN MODO DA TUTELARE SE STESSI E LA PROPRIA AZIENDA.

Ci tengo a dirti ancora una cosa. In queste pagine troverai delle informazioni confidenziali e strategiche. Molte di esse sono le stesse che ho usato per acquisire i miei clienti quando ancora non mi conoscevano. Proprio da questi colloqui di acquisizione ho capito che quello che io ho da dire è interessante e importante per l’imprenditore,

MA C’ERA UN PROBLEMA

NON SEMPRE LUI AVEVA TEMPO E VOGLIA DI ASCOLTARMI NEL MOMENTO IN CUI IO ERO LÌ IN AZIENDA!! PER QUESTO HO DECISO DI SCRIVERE E DI FARLO AD ARTICOLI!!!

Cosi mi leggi nel momento che tu ritieni più idoneo e se vuoi lo fai tutto di un fiato, altrimenti un pezzo per volta…

È COME SE MI AVESSI LI CON TE, MA MI ACCENDI SOLO QUANDO HAI VOGLIA DI SENTIRMI.

Compila il form con i tuoi dati per richiedere i numeri arretrati della rivista:

LO SMALTIMENTO

 

  • Leggi la nostra Privacy Policy

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.