Tempo di lettura 6.40 minuti

Con questo articolo intendiamo sensibilizzarvi sull’importanza di avere un registro tenuto correttamente.

QUANTE VOLTE AVETE PENSATO CHE IL VOSTRO REGISTRO DEI RIFIUTI POTREBBE DIVENTARE LA PROVA DOCUMENTALE CHE GIUSTIFICA UNA SANZIONE ALLA VOSTRA AZIENDA?

Rispondiamo noi: MAI!

Ne siamo certi perché vediamo quanto poco venga considerato dalle aziende questo documento. Nonostante sia uno degli adempimenti più semplici della normativa concentra in sé una serie di funzioni, alcune delle quali molto poco conosciute.

In molti anni di sopralluoghi all’interno delle aziende le volte in cui ci siamo imbattuti in un registro correttamente gestito si possono contare sulle dita di una mano. A volte le imprecisioni sono marginali, ma non vengono mai tenute in considerazione le criticità riportate nero su bianco e desumibili dai registri stessi.

CONCORDIAMO CON VOI NELL’EVIDENZIARE LE DIFFICOLTÁ DI GESTIONE DEL REGISTRO QUANDO SI È A CAPO DI UN’AZIENDA.

Proprio per questo abbiamo predisposto un servizio dedicato, ma ne parleremo nel corso di questo articolo.

Seppure siano più rilevanti le fasi legate alla movimentazione e allo stoccaggio fisico dei rifiuti, non bisogna sottovalutare che per gli enti di controllo sia più semplice sanzionare un errore rilevato all’interno di un registro. Questo accade perché si tratta di un’irregolarità documentabile, al contrario di altre di cui è più difficile reperire le prove.

Essendo la tutela dei produttori una nostra priorità, dobbiamo dedicare molte attenzioni anche a questo adempimento. Seppure non sia una mansione che spetta agli intermediari, chiediamo sempre ai nostri clienti di mostrarci il loro registro per poter fornire alcuni consigli utili.

Purtroppo è un elemento troppo spesso trascurato a causa della scarsa informazione riguardo la sua importanza.

Non vi vogliamo allarmare, ma vogliamo che sappiate a cosa ci stiamo riferendo. Per spiegare meglio cosa si intende per “criticità sconosciute” riguardanti il registro, bisogna porsi alcune domande:

1. Chi lo compila è opportunamente formato?

2. Viene compilato con la giusta premura al fine di evitare errori?

3. Viene compilato regolarmente ogni 2 settimane?

4. Verificate che il registro sia allineato ai rifiuti realmente stoccati in azienda?

5. Tenete in considerazione la frequenza di produzione dei vostri rifiuti?

6. Vengono monitorate le annualità e le volumetrie?

7. Applicate i riferimenti bi-univoci tra registro e formulari?

Queste domande potrebbero spaventarvi, ma tenete a mente che quando riceverete dei controlli vi verrà richiesto il registro, dovrete così consegnare nelle loro mani il termometro della vostra gestione rifiuti.

DAL REGISTRO SI CAPISCE QUANTO L’AZIENDA TENGA IN CONSIDERAZIONE LA NORMATIVA RIFIUTI!

Avendo usato la metafora del termometro, ipotizziamo che dal registro emerga che l’azienda presenta un po’ di febbre, quando magari non è neppure vero, non sareste disposti a spendere qualche decina di euro al mese per guarire dalla febbre?

Ciò che vi proponiamo è un servizio di tenuta e generazione delle scritture di carico e scarico, che vi consente di affidare esternamente tutta la gestione degli aspetti legati a questa documentazione.

È un servizio che offre diversi benefici:

1. Vi permette di stampare le pagine direttamente
da computer, eliminando il rischio dell’errore umano.

2. Aggiornamento ogni 2 settimane per rispettare
le tempistiche della normativa.

3. Generazione di un riepilogo degli estremi da riportare
sul formulario quando vengono registrati gli scarichi.

4. Generazione, ogni 2 settimane, della stampa dei
saldi di ogni rifiuto risultante dalle registrazioni.

5. Segnalazione dell’imminente superamento dei limiti
volumetrici o temporali del deposito temporaneo.

6. Mantenimento del registro presso la vostra azienda,
riducendo l’impegno della persona incaricata a soli
pochi minuti di lavoro ogni 2 settimane.

Ipotizzando che attualmente il vostro registro presenti dei difetti, seppur marginali, perché non scegliere di portare nei vostri uffici un SERVIZIO TOP DI GAMMA?

• Economico
• Ordinato
• Funzionale
• Personalizzato
• Assistito
• Puntuale

Durante una verifica l’ente di controllo si imbatterà in un registro stampato a computer, ordinato, aggiornato e completo, avrà quindi tra le mani il vostro termometro che attesterà la buona salute della vostra azienda.

Se non vi abbiamo ancora convinti probabilmente è perché pensate che il vostro registro non presenti problemi, e che il servizio da noi proposto vi costi più di quanto comunichiamo.

RICALCOLIAMO I RISCHI

Non dovete permettere che a fermarvi sia il timore di spendere male i vostri soldi. Vogliamo che vediate con i vostri occhi il registro che vi proponiamo!

Normalmente rischiereste di spendere soldi in un servizio di cui non avete realmente bisogno, ma noi siamo talmente convinti di ciò che proponiamo che scegliamo di investire il nostro tempo.

Volete conoscere le probabili criticità del vostro registro?

Analizziamo nel dettaglio i passaggi grazie ai quali potrete scoprire la reale situazione del vostro registro, ed eventualmente le procedure di miglioria da mettere in atto, SENZA RISCHIARE NULLA. Potrebbe bastare anche un corso al vostro compilatore, senza che affidiate esternamente la tenuta del registro, ma vediamo i passaggi:

1. Ci contattate.

2. Fissiamo insieme un appuntamento.

3. Veniamo nella vostra azienda per un sopralluogo.

4. Verifichiamo la compilazione del vostro registro.

5. Vi illustriamo e vi spieghiamo la situazione.

6. Se opportuno vi formuleremo la nostra proposta.

7. Il tutto gratuitamente.

8. E senza alcun obbligo di sottoscrizione del servizio.

Nel caso in cui non siate già nostri clienti sarà anche un’ottima occasione per conoscerci.

A questo punto l’unico errore che possiate commettere è quello di non dare inizio a un cambiamento nella vostra azienda. Se fino ad oggi siete stati giustificati dal fatto di non conoscere il nostro servizio, da oggi in poi non avrete più scusanti.

NON FATEVI REMORE, NON SARETE OBBLIGATI A FARE NULLA CHE VOI STESSI NON RITENIATE IMPORTANTE PER IL FUTURO DELLA VOSTRA AZIENDA!

FAQ

slant-separator
  • Utilizziamo un software che minimizza la possibilità di errori;
  • La generazione delle scritture è affidata a personale estremamente qualificato, con esperienza decennale in questa mansione;
  • Puntualità nella registrazione dei movimenti, nel pieno rispetto delle indicazioni normative;
  • Impiego di strumenti di monitoraggio per il rispetto dei limiti normativi di stoccaggio;
  • Immagine aziendale migliorata, grazie all’innovazione degli strumenti digitali;
  • Esternalizzazione dell’operatività, con conseguente riduzione dell’impegno della risorsa aziendale dedicata.
  • Spesso la risorsa aziendale non dispone di un’adeguata formazione e non conosce le corrette prassi di tenuta, esponendo l’azienda a potenziali sanzioni causate da errori di compilazione;
  • Spesso la risorsa aziendale, a causa dei numerosi impegni, procrastina la compilazione del registro, esponendo così l’azienda a potenziali sanzioni derivanti dal mancato rispetto dei tempi previsti dalla normativa;
  • Spesso la risorsa aziendale, per comodità, non rispetta la frequenza di carico richiesta dalla normativa, esponendo l’azienda a potenziali sanzioni derivanti dal mancato rispetto delle frequenze previste dalla normativa;
  • Spesso la risorsa aziendale non è in grado di verificare la corrispondenza dei saldi con le giacenze reali, esponendo l’azienda a potenziali sanzioni causate dall’incongruenza tra i due elementi;
  • Perché l’utilizzo di un software appositamente studiato scongiura il pericolo di errori di distrazione nella tenuta delle registrazioni, esponendo l’azienda a potenziali sanzioni derivanti da errori di compilazione;
  • Perché essere avvisati della prossimità ai limiti normativi di stoccaggio consente di scongiurare le sanzioni legate ai limiti stessi;
  • Perché le stampe derivanti da un software risultano più ordinate e di facile interpretazione.

I produttori di rifiuti sono soggetti all’obbligo di registro delle scritture di carico e scarico entro 10 giorni lavorativi dalla loro produzione o smaltimento.

I rifiuti che vengono generati continuativamente, ovvero quotidianamente, devono avere una scrittura di carico ogni dieci giorni lavorativi.

L’incongruenza tra due elementi è rappresentata dal disallineamento tra i saldi del Registro ed i quantitativi effettivamente presenti negli stoccaggi aziendali.

Tutti gli stoccaggi di rifiuto sono soggetti ad autorizzazione. Per poter stoccare regolarmente i rifiuti, senza tale autorizzazione, occorre rispettare il limite volumetrico o il limite temporale.

Essendo l’azienda obbligata a disporre, presso le proprie unità locali, della forma cartacea del Registro di carico/scarico, è necessaria la disponibilità di un referente aziendale cui affidare alcune semplici mansioni che lo impegneranno per 10-15 minuti a intervalli di 2 settimane, procedendo alla stampa dei file pdf che riceverà tramite mail.

Prima dell’inizio del servizio verrà eseguita una formazione presso i vostri uffici, durante la quale verrà anche consegnata una semplice procedura scritta contenente la spiegazione dettagliata del funzionamento del servizio. Il nostro incaricato è inoltre sempre a vostra disposizione in caso di necessità.

Il passaggio è possibile grazie al rilevamento preventivo delle scritture di carico non ancora smaltite, con il conseguente inserimento all’interno del nostro software affinché vengano prese in considerazione nella registrazione degli scarichi che le riguardano.

Prima dell’inizio del servizio vengono analizzate per ogni rifiuto le quantità e le frequenze di genesi. Sulla base di queste informazioni, viene poi stabilito se il rifiuto deve essere caricato in seguito ad una vostra comunicazione o se, al fine di sollevarvi dalla quantificazione quindicinale dei rifiuti prodotti, procedere a carichi con quantità predefinite.

Non sono presenti indicazioni normative che vietino espressamente questa prassi. In dieci anni di esperienza non abbiamo ricevuto nessuna contestazione in merito, anzi, qualche nostro cliente ha ricevuto i complimenti dagli enti di controllo per il rispetto della frequenza quindicinale di carico.

Per quanto riguarda i formulari da noi redatti non dovrete preoccuparvi di nulla. Per quelli in cui noi non siamo presenti, dovrete premurarvi di trasmettercene copia entro il Lunedì successivo all’operazione (carico o scarico).

Nel caso in cui l’errore sia oggettivamente dovuto al nostro operato, rimborseremo l’ammontare della sanzione fino a un importo di 10.000 €.

POST CORRELATI

slant-separator

10. Metodo

Tempo di lettura 12.10 minuti LE 12 fasi del ...

9. Eco CheckUp

Tempo di lettura 3.40 minuti Capita sempre più spesso ...

3. I delegati

Tempo di lettura 5.20 minuti Queste figure troppo spesso ...

Registratevi alla newsletter Smaltimento Assistito

Inserendo il vostro indirizzo e-mail, acconsentite a ricevere le newsletter Smaltimento Assistito relative alle ultime normative, agli eventi e alle campagne del brand. Per maggiori informazioni consultate la nostra Informativa a tutela della privacy.

Iscrizione avvenuta con successo
Si è verificato un errore. Riprovare più tardi.

Download Periodico N.12 “LO SMALTIMENTO”

Il periodico informativo sulla gestione e lo smaltimento assistito dei rifiuti aziendali.

Richiesta download periodico presa in carico
Si è verificato un errore. Riprovare più tardi.